Determinazioni

Cerca nel Sito

itarzh-TWenfrdeptrorues
Register
MultiServiziMontalto
Documento fruibile in formato .PDF  
 pdf icon 300x282    

MONTALTO MULTISERIVIZI SRL
SOCIETA’ UNIPERSONALE
SOGG. A DIR. E COORD. DEL COMUNE DI MONTALTO DI CASTRO
CODICE FISCALE 01853350567
VIA DEL PALOMBARO 11
01014 MONTALTO DI CASTRO (VT)


Determinazione dell’Amministratore Unico n. 27 del 07/01/2019


Oggetto: Procedura di valore inferiore a € 1.000,00, per l’affidamento dello svolgimento di una giornata di formazione, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 36, comma 2, lett. a) del D.lgs. 50/2016.


CIG: Z2F2699387
L’Amministratore Unico


Premesso che:

- Il Comune di Montalto di Castro, nella qualità di Socio Unico con delibera di Consiglio Comunale n.75 del 18/10/2017, adottata in esecuzione di quanto contenuto nel Piano di Riorganizzazione straordinaria delle Società e Organismi partecipati del Comune, il cosidetto POR, redatto ai sensi dell’ex art.24 del D.Lgs. n.175/2016 e s.m.i. e deliberato dal Consiglio Comunale con atto n.70 del 28/09/2017 ha approvato il progetto di fusione per incorporazione delle società partecipate Mastarna S.r.l. in liquidazione e Farmacia Comunale e Servizi alla Persona S.r.l. unitamente allo Statuto della Montalto Multiservizi S.r.l.;
- ai sensi e per gli effetti degli artt. 2501-2505 del Codice Civile l’operazione straordinaria di fusione per incorporazione e la confluenza delle linee di business nella Montalto Multiservizi S.r.l. ha avuto effetto il giorno 08/02/2018;
- si rende necessario l’acquisto di una giornata di formazione per i dipendenti della socità in materia di tracciabilità dei pagamenti, trasparenza ed anticorruzione, procedure semplificate e affidamenti diretti nelle società partecipate;
Accertato che la citata tipologia di servizio non risulta essere presente nelle convenzioni di Consip S.p.A.;

Visti:

• l’art. 36 del d.lgs. n. 18 aprile 2016, n. 50 che disciplina le procedure sotto soglia;
• l’art. 1, comma 450 della l. n. 296/2006 il quale dispone che i comuni sono tenuti a servirsi del Mercato elettronico o dei sistemi telematici di negoziazione resi disponibili dalle centrali regionali di riferimento, per gli acquisti di valore pari o superiore a 1.000 €, sino al sotto soglia;
• l’art. 3 della legge n. 136/2010, in materia di tracciabilità dei flussi finanziari;

Visto:

• il d.lgs. n. 81/2008 e la Determinazione ANAC n. 3 del 5 marzo 2008 in materia di rischi interferenziali;
• il d.lgs. n. 33/2013 e l’art. 29 del d.lgs. n. 50/2016, in materia di Amministrazione trasparente;
Viste le Linee guida ANAC n. 4 adottate con delibera n. 1097 del 26 ottobre 2016, aggiornate con delibera n. 206 del 1° marzo 2018 riguardanti le procedure sotto soglia;
Richiamato il vigente Regolamento per l’acquisizione di beni, servizi e lavori, redatto in conformità al D.Lgs. n.50/2016, approvato dall’Assemblea dei Soci del 25/06/2018;
Richiamato l’art. 107 del d.lgs. n. 267/2000 (TUEL) relativamente a competenze, funzioni e responsabilità dei Dirigenti;
Vista la disponibilità nel budget economico 2019;

Dato atto che:

• ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. a), per affidamenti di importo inferiore a 40.000 euro, è possibile procedere mediante affidamento diretto, anche senza previa consultazione di due o più operatori economici;
• ai sensi dell’art. 1, comma 450 della legge n. 296/2006 per gli acquisti di beni e servizi di valore inferiore ai 1.000 € non si rende necessario l’utilizzo del Mercato elettronico o di sistemi telematici di acquisto;
Considerato che il valore del presente appalto risulta essere inferiore a 1.000 €, IVA esclusa;
Ritenuto, pertanto, di procedere mediante acquisizione sotto soglia, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016 e delle Linee guida ANAC n. 4 riguardanti le procedure sotto soglia;
Considerato che l’art. 95, comma 4, lett. c) del d.lgs. n. 50/2016 dispone che per le forniture ed i servizi di importo inferiore a 40.000 € è possibile utilizzare il criterio del minor prezzo;
Acquisito il preventivo di offerta per € 900,00 IVA esclusa del Dott. Riccardo Rapalli pervenuto in data 03/01/2019;

Dato atto che:

• dopo meticolosa verifica è stato appurata la congruità del prezzo praticato dal Dott. Riccardo Rapalli in quanto la medesima è in grado di fornire un servizio rispondente alle esigenze della società ad un prezzo allineato con i valori di mercato;
• i beni da acquisire sono resi, pertanto, disponibili al minor prezzo;
Constatato che il suddetto operatore è in possesso dei requisiti di carattere generale di cui all’art. 80 del d.lgs. n. 50/2016, in conformità agli accertamenti svolti;
Ritenuto di affidare il servizio al Dott. Riccardo Rapalli per l’importo di € 900,00 IVA esclusa;
Dato atto che è stato rispettato il principio di rotazione degli affidamenti;
Dato atto che l’art. 32 comma 2 del d.lgs. n. 50/2016 stabilisce:
• che, per gli appalti di valore inferiore a 40.000 €, la stazione appaltante può procedere ad affidamento diretto tramite determina a contrarre, o atto equivalente, che contenga, in modo semplificato, l’oggetto dell’affidamento, l’importo, il fornitore, le ragioni della scelta del fornitore, il possesso da parte sua dei requisiti di carattere generale;
• che prima dell’avvio delle procedure di affidamento dei contratti pubblici, le stazioni appaltanti in conformità ai propri ordinamenti debbano provvedere all’assunzione di apposita determina a contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto ed i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte;
Precisato, ai sensi dell’art. 192 del d.lgs. n. 267/2000, che:
• il fine che il contratto intende perseguire è quello di far acquisire le conoscenze tecnico/normative ;
• l’oggetto del contratto è lo svolgimento di una giornata di formazione in materia di tracciabilità dei pagamenti, trasparenza ed anticorruzione, procedure semplificate e affidamenti diretti nelle società partecipate;
• il contratto verrà stipulato mediante corrispondenza commerciale;
• il criterio di affidamento è quello del minor prezzo ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. c) del d.lgs. n. 50/2016;
– Dato atto che l’appalto è stato registrato con C.I.G. Z2F2699387;
– Appurato che, sotto il profilo del rischio interferenziale, nell’esecuzione del presente appalto non si rende necessaria la redazione del DUVRI in conformità a quanto previsto dall’art. 26, comma 3-bis, del d.lgs. n. 81/2008, in quanto si tratta di servizi di natura intellettuale; In conseguenza di quanto esposto risulta superflua la quantificazione degli oneri pertinenti la sicurezza da rischio interferenziale, da corrispondere all’operatore economico.


DETERMINA


1) di approvare, la proposta presentata dal Dott. Riccardo Rapalli per un importo di € 900,00 IVA esclusa, la quale risulta conforme con le esigenze di questa società;
2) di affidare, per le motivazioni espresse in premessa, lo svolgimento di una giornata di formazione in materia di tracciabilità dei pagamenti, trasparenza ed anticorruzione, procedure semplificate e affidamenti diretti nelle società partecipate al Dott. Riccardo Rapalli, CF RPLRCR70A17H501S;
3) di dare atto della disponibilità nel budget economico 2019;
4) di confermare l’assenza di rischi da interferenza e pertanto di stabilire che nessuna somma riguardante la gestione dei suddetti rischi verrà riconosciuta all’operatore economico affidatario dell’appalto, e che non si rende, altresì, necessaria la predisposizione del (DUVRI) Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali ;
5) di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul sito della società;
6) di comunicare la presente determinazione al Dott. Riccardo Rapalli;
7) di dare attuazione agli adempimenti di pubblicità prescritti dall’art. 29 del d.lgs. 50/2016 e agli adempimenti inerenti la pubblicazione sul portale “Società Trasparente” nel rispetto dell’articolo 37 del d.lgs. n. 33/2013 e dell’art. 1, comma 32 della legge n. 190/2012.


L’Amministratore Unico
Dr. Simone Ambrosini